Consegna nazionale USA, Consegna nazionale Canada, Consegna nazionale europea

neratinib

Valutazione: Categoria:

Neratinib è un potente e irreversibile inibitore della tirosin chinasi (TKI) di HER1, HER2 e HER4 ed è attualmente in fase di sviluppo. Neratinib si lega irreversibilmente al dominio di segnalazione intercellulare di HER1, HER2, HER3 e al recettore del fattore di crescita epiteliale e inibisce la fosforilazione e diverse vie di segnalazione a valle di HER. Il risultato è una diminuzione della proliferazione e una maggiore morte cellulare. Studi clinici hanno dimostrato che l'inibizione intracellulare della segnalazione HER da parte di neratinib è un mezzo più efficace per sopprimere la crescita tumorale mediata da HER e superare i meccanismi di fuga del tumore sperimentati con le attuali terapie mirate a HER2 e agenti chemioterapici.

Descrizione del prodotto

Caratteristiche di base

nome del prodotto neratinib
Numero CAS 698387-09-6
Formula molecolare C30H29ClN6O3
Formula Peso 557.04
Sinonimi HKI-272;

PB272;

Neratinib;

Nerlynx;

698387-09-6.

Comparsa Polvere da bianco sporco a giallo chiaro
Stoccaggio e gestione Secco, scuro ea 0 - 4 C per un breve periodo (da giorni a settimane) o -20 C per un lungo periodo (da mesi ad anni).

 

Descrizione di Neratinib

Neratinib, noto anche come HKI-272 o PB272, è un inibitore irreversibile, disponibile per via orale, della tirosin chinasi del recettore HER-2 con potenziale attività antineoplastica.

Neratinib si lega irreversibilmente al recettore HER-2, riducendo così l'autofosforilazione nelle cellule, apparentemente prendendo di mira un residuo di cisteina nella tasca legante l'ATP del recettore.

Il trattamento delle cellule con questo agente provoca l'inibizione degli eventi di trasduzione del segnale a valle e delle vie di regolazione del ciclo cellulare; arresto alla transizione di fase G1-S (Gap 1 / DNA synthesis) del ciclo di divisione cellulare; e alla fine ha ridotto la proliferazione cellulare.

Neratinib inibisce anche la chinasi del recettore del fattore di crescita epidermico (EGFR) e la proliferazione delle cellule EGFR-dipendenti.

 

Meccanismo d'azione di neratinib

Neratinib è un potente e irreversibile inibitore della tirosin chinasi (TKI) di HER1, HER2 e HER4 ed è attualmente in fase di sviluppo. Neratinib si lega irreversibilmente al dominio di segnalazione intercellulare di HER1, HER2, HER3 e al recettore del fattore di crescita epiteliale e inibisce la fosforilazione e diverse vie di segnalazione a valle di HER. Il risultato è una diminuzione della proliferazione e una maggiore morte cellulare. Studi clinici hanno dimostrato che l'inibizione intracellulare della segnalazione HER da parte di neratinib è un mezzo più efficace per sopprimere la crescita tumorale mediata da HER e superare i meccanismi di fuga del tumore sperimentati con le attuali terapie mirate a HER2 e agenti chemioterapici.

Neratinib si è anche dimostrato efficace nel trattamento di prima linea del carcinoma mammario metastatico (MBC) HER2-positivo. Quando utilizzato in combinazione con paclitaxel, neratinib ha mostrato un ORR del 73%. Quando combinato con capecitabina, un altro agente chemioterapico, l'ORR era del 63%. Oltre all'MBC HER2-positivo, neratinib è stato efficace anche in pazienti con carcinoma mammario con mutamento HER2. Nello studio di fase 2 SUMMIT, le pazienti con carcinoma mammario mutato da HER2 hanno manifestato un ORR del 33% a 8 settimane.

Neratinib è il primo TKI dimostrato di ridurre il rischio di recidiva della malattia in pazienti con carcinoma mammario HER2-positivo in stadio iniziale. Sulla base dell'efficacia di neratinib nel carcinoma mammario HER2-positivo in stadio iniziale, nei tumori MBC e nei tumori mutanti HER2, si prevede che neratinib diventerà il nuovo standard di cura in più contesti di trattamento del cancro al seno.

 

Applicazione di Neratinib

Neratinib si lega irreversibilmente al recettore HER-2, riducendo così l'autofosforilazione nelle cellule, apparentemente prendendo di mira un residuo di cisteina nella tasca legante l'ATP del recettore.

I tumori al seno HER2-positivi producono una quantità eccessiva della proteina HER2. La proteina HER2 si trova sulla superficie delle cellule tumorali e riceve segnali che dicono al cancro di crescere e diffondersi. Neratinib combatte il cancro al seno HER2-positivo bloccando la capacità delle cellule tumorali di ricevere segnali di crescita.

Neratinib è una terapia mirata, ma a differenza di Herceptin (nome chimico: trastuzumab), Kadcyla (nome chimico: T-DM1 o ado-trastuzumab emtansine) e Perjeta (nome chimico: pertuzumab), non è una terapia immunitaria mirata. Le terapie immunitarie mirate sono versioni di anticorpi presenti in natura che funzionano come anticorpi prodotti dal nostro sistema immunitario. Neratinib è un composto chimico, non un anticorpo.

 

Effetti collaterali e avvertenze di Neratinib

Neratinib può causare diarrea pericolosa per la vita in alcune persone e diarrea da lieve a moderata in quasi tutti; le persone che lo assumono sono anche a rischio di complicazioni di diarrea come disidratazione e squilibrio elettrolitico.

Allo stesso modo c'è il rischio di gravi danni al fegato e molti pazienti ne hanno un certo livello; i sintomi di danno epatico comprendono affaticamento, nausea, vomito, dolore o indolenzimento del quadrante superiore destro, febbre, eruzione cutanea e livelli elevati di eosinofili.

Oltre a quanto sopra, oltre il 10% delle persone che lo prendono ha nausea, dolore addominale, vomito, piaghe sulle labbra, disturbi di stomaco, diminuzione dell'appetito, eruzioni cutanee e spasmi muscolari.

 

Riferimento

[1] Xuhong JC, Qi XW, Zhang Y, Jiang J. Meccanismo, sicurezza ed efficacia di tre inibitori della tirosin chinasi lapatinib, neratinib e pirotinib nel carcinoma mammario HER2-positivo. Sono J Cancer Res. 2019 ottobre 1; 9 (10): 2103-2119. eCollection 2019. Recensione. PubMed PMID: 31720077; PubMed Central PMCID: PMC6834479.

[2] LiverTox: informazioni cliniche e di ricerca sul danno epatico indotto da farmaci [Internet]. Bethesda (MD): National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases; 2012-. Disponibile da http://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK548937/ PubMed PMID: 31644242.

[3] Booth LA, Roberts JL, Dent P. Il ruolo della segnalazione cellulare nel crosstalk tra autofagia e apoptosi nella regolazione della sopravvivenza delle cellule tumorali in risposta a sorafenib e neratinib. Semin Cancer Biol. 2019 ottobre 20 pii: S1044-579X (19) 30024-0. doi: 10.1016 / j.semcancer.2019.10.013. [Epub prima della stampa] Recensione. PubMed PMID: 31644944.

[4] Miles J, White Y. Neratinib per il trattamento del carcinoma mammario HER2-positivo in stadio iniziale. J Adv Pract Oncol. 2018 novembre-dicembre; 9 (7): 750-754. Epub 2018 1 novembre. Revisione. PubMed PMID: 31249722; PubMed Central PMCID: PMC6570523.

[5] Collins DM, Conlon NT, Kannan S, Verma CS, Eli LD, Lalani AS, Crown J. Caratteristiche precliniche dell'inibitore irreversibile della chinasi Pan-HER Neratinib rispetto a Lapatinib: implicazioni per il trattamento di HER2-positivo e HER2- Cancro al seno mutato. Cancro (Basilea). 2019 maggio 28; 11 (6). pii: E737. doi: 10.3390 / cancers11060737. Revisione. PubMed PMID: 31141894; PubMed Central PMCID: PMC6628314.

[6] Deeks ED. Neratinib: prima approvazione globale. Droghe. 2017 ottobre; 77 (15): 1695-1704. doi: 10.1007 / s40265-017-0811-4. Revisione. PubMed PMID: 28884417.

[7] Kourie HR, El Rassy E, Clatot F, de Azambuja E, Lambertini M. Trattamenti emergenti per carcinoma mammario in stadio iniziale HER2-positivo: focus su neratinib. Onco mira a Ther. 2017 luglio 10; 10: 3363-3372. doi: 10.2147 / OTT.S122397. eCollection 2017. Recensione. PubMed PMID: 28744140; PubMed Central PMCID: PMC5513878.

[8] "Definizione di neratinib - Dizionario dei farmaci del National Cancer Institute". Estratto 1 dicembre 2008.

[9] "Etichetta delle compresse di Neratinib" (PDF). Food and Drug Administration (FDA) statunitense. Luglio 2017. Estratto il 6 febbraio 2018. Per gli aggiornamenti dell'etichetta, vedere la pagina dell'indice FDA per NDA 208051 Questo articolo incorpora il testo da questa fonte, che è di dominio pubblico. Gandhi L, et al. (2017). "MA04.02 Neratinib ± Temsirolimus nei tumori polmonari mutanti HER2: uno studio internazionale di fase II randomizzato". Giornale di oncologia toracica. 12 (1): S358-9. doi: 10.1016 / j.jtho.2016.11.398.