Brexanolone (516-54-1) in polvere - Produttore Fornitore di fabbrica
AASraw produce polvere di cannabidiolo (CBD) e olio essenziale di canapa alla rinfusa!

Brexanolone

Valutazione: Categoria:

Descrizione del prodotto

Caratteristiche di base

nome del prodotto Brexanolone
Numero CAS 516-54-1
Formula molecolare C21H34O2
Formula Peso 318.501
Sinonimi Allopregnanolone

Brexanolone

516-54-1

Allotetraidroprogesterone

Allopregnan-3alpha-ol-20-one

Forma Polvere bianca
Stoccaggio e gestione Secco, scuro ea 0 - 4 C per breve termine (da giorni a settimane) o -20 C per lungo termine (da mesi ad anni)

 

Descrizione Brexanolone

Brexanolone è un antidepressivo steroideo neuroattivo unico, somministrato per via endovenosa, utilizzato nella terapia della depressione postpartum da moderata a grave. Negli studi clinici prelicensure, la terapia con brexanolone non è stata associata ad un aumento del tasso di aumenti delle aminotransferasi sieriche e non è stata collegata a casi di danno epatico acuto clinicamente evidente.

Brexanolone è anche un 3-idrossi-5alfa-pregnan-20-uno in cui il gruppo idrossi in posizione 3 ha una configurazione alfa. È un metabolita del progesterone, l'ormone sessuale e utilizzato per il trattamento della depressione postpartum nelle donne. Ha un ruolo come metabolita umano, antidepressivo, modulatore del GABA, anestetico endovenoso e sedativo.

 

Meccanismo d'azione di Brexanolone

Il meccanismo d'azione di brexanolone non è completamente noto. Brexanolone è una formulazione acquosa di allopregnanolone. L'allopregnanolone è uno dei principali metaboliti del progesterone. I livelli di allopregnanolone continuano ad aumentare con il progesterone durante la gravidanza con il più alto nel terzo trimestre. L'allopregnanolone è un potente steroide neuroattivo endogeno che modula l'eccitabilità neuronale attraverso la modulazione allosterica positiva sui recettori sinaptici ed extrasinaptici dell'acido gamma-aminobutirrico (GABA) di tipo A. I recettori extrasinaptici GABA di tipo A mediano l'inibizione tonica che rende il meccanismo dell'allopregnanolone unico rispetto alle benzodiazepine che mediano l'inibizione fasica dei recettori GABA di tipo A.

 

Applicazione Brexanolone

Brexanolone è il primo farmaco mai approvato dalla FDA statunitense specificamente per il trattamento della depressione postpartum (PPD) nelle donne adulte. Poiché la PPD, come vari altri tipi di depressione, è caratterizzata da sentimenti di tristezza, inutilità o senso di colpa, deterioramento cognitivo e / o possibilmente ideazione suicidaria, è considerata una condizione pericolosa per la vita. Di conseguenza, gli studi hanno scoperto che la PPD può davvero avere profondi effetti negativi sul legame materno-neonato e sul successivo sviluppo del bambino. Lo sviluppo e la disponibilità di brexanolone per il trattamento della PPD nelle femmine adulte fornisce successivamente una nuova e promettente terapia dove prima ne esistevano poche. In particolare, l'uso del brexanolone nel trattamento della PPD è promettente perché agisce in parte come integratore sintetico per possibili carenze di brexanolone endogeno (allopregnanolone) nelle donne dopo il parto suscettibili alla PPD, mentre molti farmaci antidepressivi comunemente usati provocano modula la presenza e l'attività di sostanze come la serotonina, la norepinefrina e / o la monoamino ossidasi ma non mediano le attività direttamente associate alla PPD come le fluttuazioni naturali dei livelli di steroidi neuroattivi endogeni come l'allopregnanolone. Infine, sebbene brexanolone possa anche essere sottoposto a studi clinici per indagare sulle sue capacità di trattare lo stato epilettico super refrattario, sembra che alcuni di questi studi non siano riusciti a raggiungere gli endpoint primari che confrontano il successo nello svezzamento di agenti di terza linea e la risoluzione di potenziali stato epilettico pericoloso per la vita con brexanolone vs. placebo quando aggiunto allo standard di cura.

 

Effetti collaterali e avvertenze di Brexanolone

Brexanolone è ampiamente metabolizzato da molte vie e quindi è improbabile che abbia interazioni farmacologiche significative. CYP2C9 è l'unico enzima del citocromo P450 che ha dimostrato di essere inibito da brexanolone in studi in vitro. Uno studio clinico di interazione non ha mostrato alcuna alterazione della farmacocinetica quando brexanolone è stato somministrato in concomitanza con fenitoina, un substrato del CYP2C9. È stato anche dimostrato che il potenziale di abuso è basso, come evidenziato da nessuna differenza nei rapporti soggettivi rispetto al placebo. In termini di impatto della compromissione epatica e renale sulla farmacocinetica, non ci sono stati cambiamenti nella tollerabilità nei pazienti con malattia epatica da moderata a grave e non sono stati necessari aggiustamenti della dose per la malattia renale grave. Tuttavia, l'agente solubilizzante SBECD può accumularsi in pazienti con grave insufficienza renale, pertanto brexanolone non deve essere somministrato a pazienti con malattia renale allo stadio terminale.

 

Riferimento

[1] Meltzer-Brody S, Colquhoun H, Riesenberg R, et al .: Brexanolone injection in post-partum depress: due multicentrici, in doppio cieco, randomizzati, controllati con placebo, studi di fase 3. Lancet 2018; 392: 1058–1070 Crossref, Google Scholar.

[2] Luke DR, Tomaszewski K, Damle B, et al .: Revisione della farmacologia di base e clinica della sulfobutiletere-beta-ciclodestrina (SBECD). J Pharm Sci 2010; 99: 3291–3301 Crossref, Google Scholar.

[3] Brexanolone Injection, per uso endovenoso: documento informativo dello sponsor. Cambridge, Mass, Sage Therapeutics, Comitato consultivo sui farmaci psicofarmacologici e Riunione sulla sicurezza dei farmaci e sulla sicurezza dei farmaci e sulla gestione dei rischi, 2 novembre 2018. Google Scholar.

[4] Luisi S, Petraglia F, Benedetto C, Nappi RE, Bernardi F, Fadalti M, Reis FM, Luisi M, Genazzani AR. Livelli sierici di allopregnanolone nelle donne in gravidanza: cambiamenti durante la gravidanza, al momento del parto e nei pazienti ipertesi. J Clin Endocrinol Metab. 2000 luglio; 85 (7): 2429-33. [PubMed].

[5] Paul SM, Purdy RH. Steroidi neuroattivi. FASEB J. 1992 marzo; 6 (6): 2311-22. [PubMed].

[6] Farrant M, Nusser Z. Variazioni su un tema inibitorio: attivazione fasica e tonica dei recettori GABA (A). Nat Rev Neurosci. Marzo 2005; 6 (3): 215-29. [PubMed].

[7] Johannsen BM, Larsen JT, Laursen TM, Bergink V, Meltzer-Brody S, Munk-Olsen T. Mortalità per tutte le cause nelle donne con gravi disturbi psichiatrici postpartum. Sono J Psychiatry. 2016 giugno 01; 173 (6): 635-42. [Articolo gratuito di PMC] [PubMed].

[8] Noorlander Y, Bergink V, van den Berg MP. Interazione madre-figlio percepita e osservata al momento del ricovero e del rilascio nella depressione e nella psicosi postpartum. Arch Womens Ment Health. 2008; 11 (1): 49-56. [PubMed].